Om Mani Padme Hum

Om Mani Padme Hum è uno dei più diffusi mantra ed è proprio per la sua cortezza che lo rende di facile utilizzo nella vita quotidiana.

Il significiato:Letteralmente può essere tradotto con Salve O gioiello nel fiore di loto ma il suo vero significato è molto più profondo. Ogni sillaba ha un proprio significato:
Om: purifica dall’orgoglio ed ha come colore associato il bianco
Ma: purifica dalla gelosia ed ha come colore associato il verde
Ni: purifica dall’ignoranza ed ha come colore associato il giallo
Pad: purifica dall’ottusità e dell’oscurità che sarebbe il destino degli animali ed ha come colore associato il blu
Me: purifica dall’avidità ed ha come colore associato il rosso
Hum: purifica dall’ira e dall’odio che sono i peggiori stati mentali ed ha come colore associato il nero

Lo scopo:

Questo mantra è molto utile ma vediamo insieme quanto sia utile e perché.
Penso principalmente che la prima cosa da fare è comprendere a fondo il significato di queste sei sillabe: dalla traduzione letterale fino al significato delle singole sillabe. Per fare questo basta meditare.
Il gioiello nel loto ha un significato molto bello e si riconduce alla natura del fiore di loto. Il fiore di loto nasce in ambienti umidi e generalmente molto sporchi e fangosi e questo può essere ricondotto alla natura di una mente calma e amorevole che può nascere anch’essa negli ambienti e nelle società con maggiori problemi. Il fiore di loto ha anche la straordinaria capacità di pulirsi da solo in quanto non trattiene l’acqua ma scivola via in tante goccioline che si formano per via dell’alta tensione superficiale presente sulla foglia, portando con sé la fanghiglia e i piccoli insetti che in essa si trovano. Così come un fiore di loto si pulisce da solo e splende nella totalità della sua bellezza, così una mente saggia riesce a purificarsi da sola, allontanando i pensieri negativi. Dentro questo fiore del mantra possiamo trovare un gioiello: anche qui si fa riferimento ai tre gioielli o rifugi del buddhismo. I tre gioielli sono: il Buddha, il Dharma (o Dhamma) e il Sangha (comunità dei monaci).
Dopo averne compreso a fondo il significato possiamo ricorrere a questo mantra nei momenti della giornata in cui siamo maggiormente affetti da problemi, agitazione mentale, ansia, ira, ecc. Semplicemente recitando mentalmente possiamo subito vedere gli effetti che ha sulla mente. Il motivo è semplice: conduciamo la mente su pensieri pacificatori e ci rifugiamo in questo mantra fino a quando la mente si sarà calmata. Noterete come la mente tenterà da sola a creare e alimentare pensieri negativi mentre ci concentriamo.
E’ stato dimostrato che i pensieri non possono essere fermati. E’ nella loro natura attivarsi da soli e l’unica cosa che possiamo fare è dirigere la concentrazione su qualcosa di neutro o ancora meglio, su qualcosa di positivo come questo mantra.

Advertisements

About Davide

age 45, buddhist philosphy.

Posted on 11/08/2015, in Buddism and tagged . Bookmark the permalink. 4 Comments.

  1. I seriously love your site.. Excellent colors & theme. Did you
    create this website yourself? Please reply back as I’m trying to create my own personal website and want to know where you got this from or exactly what the theme is called. Cheers!

    Like

    • Theme: mystique, free wordpress template. Chose your favourites background color, set the header image (it would be exactly 940×200 pixel, used as is). All of this can be done by yourself in appearance setting on your .wordpress blog.
      Cheers

      Like

  2. Namastè,
    un domanda: quale scienziato e quale esperimento hanno dimostrato che i pensieri non possono essere fermati?
    grazie.

    Like

    • Ciao Alan, sinceramente non lo so… il mio pensiero è che essi stessi hanno privato a farlo, e non essendoci riusciti hanno concluso che non è possibile fermare i pensieri. Se chiedi a un buddha egli affermerà che durante la meditazione sulla vacuità egli riesce a fermare il flusso di pensieri. Dov’è la verità? È nella via di mezzo: solo raggiungendo livelli meditativi avanzati pochi riescono a farlo. Io non ci sono ancora riuscito!
      Ciao, Davide

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: