Blog Archives

Le Otto Strofe della Trasformazione del Pensiero

Composto da Ghesce Langri Tangpa Dorje Senghe

Fonte originale buddhismo.forumfree.it

1) Poiché sono determinato a ottenere
il massimo benessere per tutti gli esseri,
che sono superiori alla gemma che esaudisce i desideri,
avrò costantemente cura più di loro che di me stesso.

2) Quando sono in compagnia di altre persone,
considererò me stesso come il meno importante,
e nel profondo del cuore mi prenderò cura di loro,
come se fossero gli esseri più elevati.

3) Esaminando con attenzione la mia mente,
in tutte le azioni che compio
affronterò ed eliminerò al suo primo apparire ogni difetto mentale,
prima che possa nuocere a me stesso e agli altri.

4) Quando devo affrontare un essere malvagio
preda di intense sofferenze e gravi mancanze,
mi terrò caro un simile individuo, così raro a trovarsi,
come se avessi scoperto un prezioso tesoro.

5) Quando altri, dominati dalla gelosia,
mi maltrattano, mi insultano e così via,
accetterò le loro dure parole
e offrirò loro la vittoria.

6) Quando qualcuno che ho aiutato
e in cui ho riposto grandi speranze
mi infligge un danno estremamente grave,
considererò costui il mio supremo maestro spirituale.

7) In breve, offrirò benefici e felicità
a tutte le madri esseri senzienti,
sia in questa vita sia nelle future,
e in segreto prenderò su di me
ogni male e ogni sofferenza delle mie madri.

8) Inoltre, non avendo contaminato tutto ciò
con le impurità degli otto sentimenti (mondani),
e percependo ogni fenomeno come illusorio,
privo di attaccamenti mi libererò
della schiavitù (dell’esistenza condizionata).

Versione in inglese

1.By thinking of all sentient beings
As more precious than a wish-fulfilling jewel
For accomplishing the highest aim,
I will always hold them dear.

2. Whenever I’m in the company of others,
I will regard myself as the lowest among all,
And from the depths of my heart
Cherish others as supreme.

3. In my every action, I will watch my mind,
And the moment destructive emotions arise,
I will confront them strongly and avert them,
Since they will hurt both me and others.

4. Whenever I see ill-natured beings,

Or those overwhelmed by heavy misdeeds or suffering,
I will cherish them as something rare,
As though I’d found a priceless treasure.

5. Whenever someone out of envy
Does me wrong by attacking or belittling me,
I will take defeat upon myself,
And give the victory to others.

6. Even when someone I have helped,
Or in whom I have placed great hopes
Mistreats me very unjustly,
I will view that person as a true spiritual teacher.

7. In brief, directly or indirectly,
I will offer help and happiness to all my mothers,
And secretly take upon myself
All their hurt and suffering.

8. I will learn to keep all these practices
Untainted by thoughts of
the eight worldly concerns.
May I recognize all things as like illusions,
And, without attachment,
gain freedom from bondage.

Advertisements
%d bloggers like this: